C’è un’Italia migliore – Il libro della Fabbrica di Nichi (ed. Fandango)

Pubblicato: febbraio 1, 2011 in Buone Azioni, Comunicati

“Nelle domeniche di marzo del 2010, a quasi un anno di distanza da quei tre minuti che hanno inferto un duro colpo alla storia di un’intera comunità, il popolo aquilano si riuniva nel centro storico de L’Aquila, per chiedere che quel cuore tornasse a battere, per chiedere di partecipare alla ricostruzione della loro città. Erano armati di carriole, simbolo di una rivendicazione chiara e sacrosanta, la voglia di tornare a riconnettersi al loro territorio, alla loro vita. Il 28 marzo l’amara sorpresa: ad attenderli nel centro storico de L’Aquila c’erano la Digos e la Polizia, che hanno identificato i cittadini, come se si trattasse di pericolosi criminali e hanno sequestrato le carriole. Quelle carriole erano armi insopportabili per i potenti, da stigmatizzare, da sequestrare, perché erano espressione di un dissenso nei confronti di coloro che avevano fatto del terremoto e della ricostruzione della città, una vetrina buona per le campagne elettorali. Hanno usato il pugno di ferro contro una comunità già ferita, straziata che aveva il diritto di essere ascoltata. Un mese prima invece, esattamente il 25 febbraio, la Cassazione salvava David Mills, dichiarando prescritto il reato di corruzione in un processo che coinvolgeva anche il premier Berlusconi, per effetto della legge ex Cirielli che abbrevia i tempi per la prescrizione dei reati. Questi episodi sono indicativi dello spirito delle leggi che anima il nostro paese, esempi concreti del doppio codice tutto italiano: giustizialismo per le persone in difficoltà, per gli emarginati, per il dissenso; garantismo per i garantiti, per la classe dirigente. E la storia del nostro paese è piena di episodi di questo tipo, di condanne senza appello per gli ultimi, di pugni duri contro i più deboli. La storia del nostro paese ha il volto tumefatto di Stefano Cucchi.” (pagine 88-89).

La fabbrica di nichi si fonda sull’autofinanziamento e su contributi volontari, se vuoi aiutarci puoi farlo acquistando questo libro.

Acquista
Altri libri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...